Partire, conoscere, evolversie condividere. Queste sono le tappe che caratterizzano la nostra vita, operlomeno dovrebbero. Chi ha la fortuna di viaggiare e di conoscere altri postie altre culture, ha la possibilità anche di scegliere più vie per la sua vita,il giusto e lo sbagliato per sé stessi e per tutta la comunità.

Visitando diversi luoghi, sipuò constatare che ognuno di loro ha la sua peculiarità e i suoi difetti e perquesto possono essere definiti “perfetti”.

Un tipo di perfezione si puòtrovare al Nord, no Nord Italia, ma proprio Nord Nord, un posto che si chiamaScandinavia, precisamente Norvegia.

Ho avuto l’occasione divedere e sentire la loro atmosfera, tutto il contrario di quello che si pensa aproposito dei Vichinghi, antico popolo Scandinavo, famoso per le numerosebarbarie e i feroci saccheggi.

L’elegante capitale Oslo, lacaratteristica e calorosa Fredrikstad e l’incantevole paesaggio che offreBergsjø sono stati i luoghi che ho potuto apprezzare e assaggiare, come unasplendida cena in compagnia di cari amici.

Dopo essere stato lì hocominciato seriamente a pensare che ognuno di noi ha un posto preciso doveabitare nel mondo. Questo lo si capisce dalle sensazioni e dalle emozioni cheti lascia il posto che visiti. La gentilezza, l’ordine, la mentalità esoprattutto la calma sono sicuramente i loro punti di forza. Si percepisceall’istante la loro serenità, e non parlo di quella dal punto di vistaeconomico, ma quella dal punto di visto emotivo. E questo perché prima dellamente, usano il cuore, dando estrema importanza alla natura, simbolo e aspettovenerato per questo popolo. Basti pensare che nella parte alta di Oslo senzaalberi si potrebbe contemplare ancor di più una spettacolare vista che vedecome protagonisti il mare, il porto e il centro, ma con grande rispetto versomadre terra nessuno di questi viene toccato o eliminato per far posto appuntoall’egoismo umano. La piccola cittadina Fredrisktad offre sicuramente uno stilenorvegese vintage, la via principale con le sue case colorate a ridosso delfiume Glomma, il più lungo e il più importante del paese, mette allegria e allostesso tempo ti rilassa e ti fa stare subito a tuo agio, come se in quel postoci abitassi da una vita, imponente è sicuramente lo stadio di calcio, che ti fapercepire l’attaccamento e la passione che ha questa gente per questo sport.Per ultimo, ma non per merito, Bergsjø, piccolo paese formato da poche, mabellissime case in legno e da un immenso verde di vegetazione, fermata in certipunti da coloratissimi laghi, ideale per chi ama lunghe passeggiate al frescoin estate. Inoltre é sorprendente e molto curioso, per chi viene come me dapaesi come l’Italia, il loro livello con la lingua inglese, lingua parlataperfettamente anche dagli anziani dell’ultima città di cui vi ho parlato.

Sicuramente la Norvegia è unodei miglior posti da visitare, per chi è stufo dei soliti itinerari, e soprattuttoda prendere esempio, perché molti esseri umani e molti paesi si sono scordatiche non sono i padroni, ma soltanto gli ospiti di questo potenziale paradiso,chiamato mondo.

Trasferisci il tuo blog su Nouw - ora puoi importare il tuo vecchio blog - clicca qui!

Likes

Comments